Commissione Paritetica Docenti-Studenti (CP)

Composizione: [Regolamento per le Strutture Didattiche e di Ricerca dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata]
La Commissione paritetica docenti-studenti di Facoltà (o di Dipartimento) deve essere composta:
–        4 professori di ruolo e ricercatori, eletti dalla Giunta e scelti tra i professori di ruolo e ricercatori afferenti alla Facoltà (del Dipartimento)
–        4 rappresentanti degli studenti, eletti da tutti gli studenti in regola con l’iscrizione ai corsi di laurea, di laurea magistrale e di dottorato di ricerca della macroarea e scelti tra gli studenti che non abbiano superato il primo anno di fuori corso ai corsi di laurea, di laurea magistrale e di dottorato di ricerca della macroarea
I professori di ruolo e i ricercatori durano in carica tre anni accademici; i rappresentanti degli studenti durano in carica due anni accademici e possono essere rieletti per una sola volta.

Normativa: 

Compiti e funzioni: La CP è competente

•a svolgere attività di monitoraggio dell’offerta formativa e della qualità della didattica nonche’ dell’attività di servizio agli studenti da parte dei professori e dei ricercatori;
•ad individuare indicatori per la valutazione dei risultati delle stesse;
•a formulare pareri sull’attivazione e la soppressione di corsi di studio. [L.240/10, Art.2, g)]

Redige annualmente una relazione relativa ai primi due punti.
Il Documento finale ANVUR attribuisce anche una attività divulgativa delle politiche di qualità nei confronti degli studenti [Doc. Finale AVA, B.2.3.2]
Relazione annuale: [Allegato V del Documento finale AVA dell’ANVUR] Ogni Commissione Paritetica attingendo dalla scheda SUA-CdS e dalla rilevazione dell’opinione degli studenti frequentanti e da altri documenti istituzionali valuta se:
a. il progetto del Corso di Studio mantenga la dovuta attenzione alle funzioni e competenze richieste dalle prospettive occupazionali e di sviluppo personale e professionale, individuate tenuto conto delle esigenze del sistema economico e produttivo;
b. i risultati di apprendimento attesi siano efficaci in relazione alle funzioni e competenze di riferimento;
c. l’attività didattica dei docenti, i metodi di trasmissione delle conoscenze e delle abilità, i materiali e gli ausili didattici, i laboratori, le aule, le attrezzature, siano efficaci per raggiungere gli obiettivi di apprendimento al livello desiderato;
d. i metodi di esame consentano di accertare correttamente i risultati ottenuti in relazione ai risultati di apprendimento attesi;
e. al Riesame annuale conseguano efficaci interventi correttivi sui Corsi di Studio negli anni successivi;
f. i questionari relativi alla soddisfazione degli studenti (vedi sezione G del documento) siano efficacemente gestiti, analizzati, utilizzati;
g. l’istituzione universitaria renda effettivamente disponibili al pubblico, mediante una pubblicazione regolare e accessibile delle parti pubbliche della SUA-CdS, informazioni aggiornate, imparziali, obiettive, quantitative e qualitative, su ciascun Corso di Studio offerto.

Il ruolo della CP nel sistema di AQ dell’Ateneo:

  • Relazione con il Nucleo di Valutazione: [L.240, art 2, comma 1, lettera r)] attribuzione al nucleo di valutazione della funzione di verifica della qualita’ e dell’efficacia dell’offerta didattica, anche sulla base degli indicatori individuati dalle commissioni paritetiche docenti-studenti, di cui al comma 2, lettera g), del presente articolo, nonche’ della funzione di verifica dell’attivita’ di ricerca svolta dai dipartimenti e della congruita’ del curriculum scientifico o professionale dei titolari dei contratti di insegnamento di cui all’articolo 23, comma 1, e attribuzione, in raccordo con l’attivita’ dell’ANVUR, delle funzioni di cui all’articolo 14 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, relative alle procedure di valutazione delle strutture e del personale, al fine di promuovere nelle universita’, in piena autonomia e con modalita’ organizzative proprie, il merito e il miglioramento della performance organizzativa e individuale
  • Relazione con il Presidio di Qualità

Lascia un commento